Cronaca di una gara annunciata. [E di un risultato inaspettato] :)

Domenica 06 maggio. Tempo: incerto. Tanto piove, me lo aspettavo viste le previsioni.

Partecipo al JJ Running Festival manifestazione dove, un anno fa circa, per la prima volta mi sono confrontata con delle atlete, delle vere “runner”.

La JJ Running 2012 al via

L’anno scorso era stata una “prova” per vedere se ero in grado di stare al passo, di tenere il fiato (corto) per una distanza decisa non da me. Erano stati 6km nel centro di Bologna, corsi davvero come se avessi avuto un cane dietro che mi inseguiva (e facendo una bella fatica: confermo che i mezzi fondi non fanno per me).

Ricordo che ero arrivata al traguardo 8^ assoluta o giù di lì, nello stupore della mia amica e “fucking proud” sostenitrice Ila; mi attendeva al traguardo per scattare qualche foto, magari tra quelle che arrivavano a metà, e invece ero spuntata subito dopo le prime.

Quest’anno mi sono presentata con qualche sicurezza in più, del tipo che non sarei arrivata al traguardo “come-inseguita-da-un-cane”. Ma dall’altra parte venivo da 2 giorni di scazzo pesante…quello scazzo che ti prende e che non sai perchè (genere femminile, so che raccolgo grandi consensi, solidarietà e comprensione in queste frasi!). Ero così presa male che sabato mattina, credo per la prima volta da quando mi alleno seriamente, “ci ho dato su” come si dice qui a Bologna. Non ho finito l’allenamento. Punto. Era inutile insistere, senza fiato, senza gambe e con il mal di testa: tanto valeva riparare in una bella grigliata organizzata con gli amici fuori città. (God save the friends!)

Quindi, domenica mattina: la gara era di 10,5km. Pioggia. Il percorso tutto su pavè, lastre e sanpietrini che bagnati … ve lo vorrei spiegare. Essere stata uno Snorky probabilmente avrebbe aiutato come presa del piede. Vedo già le più bravine dei dintorni alla partenza, ormai le conosco di vista. Vabbè, mi dico che tanto faccio questa gara perchè è una bella competizione tutta femminile, (eravamo 1.100 donne, tra competitive e non, e vi assicuro che sono dei GRAN numeri per una partecipazione di donne a una gara di corsa a Bologna!), e perchè voglio capire quant’è il mio tempo su questa distanza.

Cosa succede? Che le “brave”, sfrecciano che … “ciao!”, le perdo di vista dopo 2 km. Che come sempre, meglio che io pensi a fare la “mia” gara . Che una ragazza mi si attacca come una ventosa dietro per 8,5km, e sento il suo fiato in affanno sempre sul mio collo e, ovviamente, mi sfrutta come tiro per la gara. Che un vecchietto infama me e la ragazza suddetta, perchè i podisti devono andare sui colli a correre la domenica, invece che bloccare un’intera città (vecchietto che si è preso una sana risposta elegante dalla sottoscritta. Il fiato per certe cose non manca mai :)). Che per poco, grazie al servizio gara, mi investono all’incrocio di via Indipendenza – via Ugo Bassi. Che per tutto il percorso, lo giuro, mi ha suonato in testa Divenire di Einaudi @Royal Albert Hall (sì, specificatamente questa versione, ma che diavolo ha quella traccia?!)

Poi non so. All’8km  ho sentito qualcosa (sì, tipo il crescendo di Divenire :)) sotto ai piedi e dentro ai polmoni e ho pensato solo che … dovevo aprire il gas. Non so ancora che tempo ho fatto, come al solito ho dimenticato di fermare il mio cronometrino cinese e i tempi non sono ancora usciti. Ma so che sono riuscita a stare nel tempo che mi ero prefissata (sotto ai 4’/km), con un pre-umore di merda, che sicuramente non mi aveva fatto pensare di riuscire a ad andare così.

Io e @piadinara :)

Post gara: io e @piadinara ci siamo appena incontrate e presentate. Naturalmente stiamo parlando di corsa!

La cosa più bella: aver conosciuto facce con cui da un po’ mi tweeto on line.

Ragazze che come me amano correre, che non si sono fatte fermare dalla pioggia, o dal doversi svegliare presto la domenica mattina… Associare dei nickname e delle battute da 140 caratteri a dei volti sorridenti, ma voglio dire, che bel mondo è?

Un’energia così positiva, quella di domenica, che ieri sera pensavo di avere le scarpe di Marty in Ritorno al Futuro mentre corricchiavo beata al parco …

Annunci

2 thoughts on “Cronaca di una gara annunciata. [E di un risultato inaspettato] :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...