No, vi prego, le Gazzelle no!

Le giornate sono più lunghe (evvai!). Cerco ispirazione ed esseri umani. Dove andare a correre, se non in un parco cittadino?

Quando il mio culo non rimane saldato alla mia poltrona dell’ufficio, causa lavoro su lavoro, non mi dispiace regalarmi una corsetta crepuscolare. Nel mio caso non è solo un cambio di orario (sono una runner mattutina), ma anche una ricerca di piacere “visivo”, dato dallo stimolo di vedere altre persone regalarsi un momento di “stacco la spina”.

Devo dire che nell’orario che va dalle 18.00 alle 20.30 e oltre, il parco che frequento (solitamente i Giardini Margherita) si  popola di una fauna podistica parecchio variegata.

Ora, io mi potei collocare nei “semi-invasati”: ci credo, per cortesia non cercare di metterti al mio passo che mi scatta l’agonismo e “mollami” se stai tentando di starmi appiccicata per vedere quanto il tuo fisico regge. Ho bisogno di godermi il cielo, il profumo dei tigli e dei fiori, le scene di quotidianità, i bambini che giocano, la musica, ecc

Osservo molto chi corre a quell’ora. Li studio, pechè sono esseri umani che di solito non vedo.  Scommetto che se gli dici: perchè non vieni a correre alla mattina alle 6? Ti fanno il gesto dell’ombrello (ok, non tutti, ovvio). Comunque dicevo, li ho un po’ classificati. (Nessuno me ne voglia, anzi: premetto che ci abito con una di queste soggette, la quale ha iniziato a correre perchè la sottoscritta stracciava le palle al suo solito, quindi … Keep on smiling :)).

Ecco qua sommariamente…

Categoria principiante: “Mi rompo, ma non mi spettino.”

Uomini e donne, non c’è differenza. Curati nell’outfit che dio solo sa perchè non possano farmi da personal shopper&stylist. Ultra stilosi anche quando corrono e, devo dire, alcuni ben equipaggiati. Scorricchiano, ma sono più preoccupati di guardarsi attorno, e che il ciuffo davanti non si inumidisca di sudore. Diciamo che la corsa è un prova per testare se i 2 arti inferiori sono ancora in grado di fare un movimento fluido. Motivo per cui a volte li vedo correre tipo Robocop: ma ragazzi/e non vi preoccupate, va bene così!!! L’importante è iniziare, sul serio!

Categoria intermedia: “Correre? Un gioco da ragazzi.”

Ecco, a questi soggetti, che io stimo perchè ad ogni primavera te li ritrovi in “pista” con lo stesso passo e le stesse scarpe, io dico: “Ragazzi, vi prego, le Gazzelle no!”

E intendo le Gazzelle dell’Adidas, o quelle sneakers super piatte, super basse…gesù che dolore alle ginocchia sento io per loro ad ogni falcata. Vi prego, vogliatevi bene: è vero, correre è una cosa che sappiamo fare tutti, ma il vostro corpo vi serve anche post-corsa, quindi… equipaggiarsi nel modo giusto, con delle scarpe un minimo ammortizzate è un favore che fate alle vostre ginocchia. Se poi vi piace tenere lo stile “casual quanto basta – son figo con la mia felpa più consunta che fa tanto Rocky, e i miei pantaloni di quando giocavo a basket e avevo 10 anni” ok, fate pure. La bronchite perchè sudate come dei cammelli e l’irritazione perchè il super sintetico pantalone vi ustiona, sono affare vostro. Io sono contenta di vedervi con il vostro sorriso beato, vuol dire che vi state godendo il momento.

Categoria pro: “Ci credo. Ci credo. Ci credo”

Loro, non lo nasconodo, a volte sono il mio obiettivo. Poi quando li vedo senza musica, paonazzi, con lo sguardo corruciato (che poi ho anche io ogni tanto, vabbè), e dei  polpacci che neanche le gambe del mio tavolo…, mollo il colpo. Non ce la faccio. Troppo serio, troppo impegnativo, troppo sbatti stare a sentire il cronometro … Li stimo e li ammiro, un giorno forse sarò anche io così. Mi chiedo solo se a quei livelli si apprezza allo stesso modo la corsa come un’attività distensiva. Presa così a me fa salire un po’ d’ansia, ma magari sono io che ho una percezione sbagliata.

Insomma, in realtà ci scherzo su, ma probabilmente quello che ho scritto sarà quello che qualcun altro pensa quando mi incontra e mi vede ridere da sola: “categoria tuonata – runner persa”. 

In qualsiasi modo corriate, enjoy YOUR run!

Annunci

6 thoughts on “No, vi prego, le Gazzelle no!

    • A grande richiesta… lo farò! E’ che la fauna non è così variegata, ma ci provo. Sicuramente non vedo Gazzelle Adidas e sneakers varie. Gente seria, quella del mattino! ;)

  1. concordo al 100% ….alla mattina esce a correre gente piú seria, piú posata, soprattutto nel vestire. Al pomeriggio la fauna é decisamente piú variegata e spesso mi serve per distrarmi e non guardare che distanza ho perscorso e a che ritmo e cosa mi tocca ancora da correre. Per di piú , abitando nella zona alta della Diagonal di Barcellona, c’é una marea di runners posers che c’hanno addosso tanta di quella tecnologia fra apparati vari e scarpe ultimo ritrovato della scienza, che lo svago é assicurato e i km si fanno piú rapidi :)

    • :D devo dire che mi hai fatto venire una gran voglia di venire a correre con te! Perchè anche io mi diverto molto a guardare chi mi corre intorno, soprattutto la sera … ma poi alla fine prevale il desiderio di allenarsi in un posto tranquillo e salgo su sui colli dietro casa.
      Che i km si fanno più rapidi è verissimo ;) Il problema è che sono un po’ sbadata, quindi se mi distraggo troppo, poi è un attimo che inciampo … -_-‘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...