Tirare il fiato.

Rest in Rome – by Anne Zannoni

Il mio corpo a volte mi ricorda (giustamente) che siamo nati per correre sì, ma non per strafare.

L’intensità dello scorso week end si è fatta sentire a suon di linee di febbre questa settimana; correre la mezza maratona di Rimini e poi aspettare in stazione per più di un’ora il treno, si è tramutato in un bel raffreddore che ha preso piede nel corso di questa settimana appena conclusa. Niente di che, una gran tosse e qualche linea di febbre. Solo che per una che non si ammala mai, e l’ultimo raffreddore l’ha avuto più o meno ad Aprile 2011, sembra una catastrofe.

Un evento così “drammatico” che ieri ho preferito negare l’evidenza , andando a correre lo stesso verso sera.

Non so se fosse la febbriciattola o tensioni interiori che sentivo pulsare con forza alle tempie, ma al 40′ ho dovuto battere in ritirata. Ero l’ombra di me, e non mi piacevo affatto.

Serata passata con la febbre e una tosse che manco un tabagista accanito.

Oggi ho cercato di fare tesoro dell’insegnamente, e mi sono imposta una pausa. Naturalmente non sono riuscita a stare ferma a riposo (seeee .. vabbè, utopia): giretto di qua, giretto di là …

Tentazione di correre: repressa.

Una lezione di umiltà, è quel ci vuole ogni tanto. Incredibile che sia il corpo ad imporsi sulla mente. L’istinto che si impone sulla razionalità. Gran cosa.

Annunci

2 thoughts on “Tirare il fiato.

  1. facciamo fatica, con i corpi abituati all’attività perenne o quasi, ad ammettere che a volte bisogna stare quiete. Io poco a poco con gli anni l’ho capito: se il giorno é stato 100% negativo sia fisicamente che mentalmente, mi invento che devo cucinare (una focaccia, seppie ripiene, qualcosa insomma che richieda un po’ di tempo) e non esco ad allenare.
    Gran cosa, il fatto che il corpo ogni tanto alzi la voce con la mente.

    • Eh, invece se per me è stato negativo, l’allenamento è l’unica cosa che riesce a tirare su la mia giornata!
      Però quando poi vedo che non rendo, e i segnali che manda il mio corpo sono inequivocabili, mi arrendo: mi prendo un po’ di relax, mi stendo sul letto, respiro profondamente e allargo le braccia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...