Domani scendo in pista

foto

Ci sono giorni in cui ti fermi e realizzi che è tutto sbagliato.

Lavori troppo, non vivi abbastanza, e tutto sembra inghiottirti. Corri troppo o troppo poco, dipende dai punti di vista.

Ceni alle 22 e finito di cenare non hai nemmeno la volontà di vedere un film. Provi a leggere un libro e la testa riesce a compiere il giro della morte diverse volte, prima di arrenderti e spegnere la luce, perché no, non ce la puoi proprio fare.

Ti alzi alle 6, perché sai che hai solo quelle 3 ore lì per vivere. Per correre, per allenarti e permettere alla testa di non essere il solito punta spilli, dove in continuazione pianti capocchie a vista.

Fisioterapista? Non c’è tempo. Dentista? Sì, ma proprio quando solo quando sei quasi sdentata da non poterne fare a meno. La spesa? Già tanto se si concretizza in uno scatto da 100 metri X 8 (corsie) una sera infrasettimana, 10′ prima della chiusura.

I week end diventano una marcia militare. Ogni ora qualcosa da fare. Non esistono momenti morti. Esistono solo cose da fare.

Ecco, forse tutto questo non è sano. Anzi, non lo è proprio. Sempre connessa, sempre su questo calcinculo truccato, dove è come se acchiappassi in continuazione quel maledetto pupazzetto.

Poi ci sono i programmi a lunga scadenza. Ma chi riesce a farli, se l’orizzonte è così pieno da non vedere oltre i 7 giorni?

Forse ne ho abbastanza. Forse la pentola sta per esplodere. Anzi, toglierei quasi il forse. Come diceva la mia maestra delle elementari prima di strappare pagine di quaderni con errori grossolani, “mi pizzicano le maniiiiii”.

Intanto devo avere stressato talmente tanto qualcuno, che quel qualcuno ha deciso che era il momento di fare un programma a lunga scadenza. Un desiderio abbozzato è diventato un biglietto aereo con un camera di hotel. A Settembre correrò la Mezza Maratona di Copenhagen. Conoscerò finalmente persone con cui condivido la stessa identica maniera di vivere la corsa, seppure abitino a migliaia di km da me.

Non c’è molto altro da fare ora. Se non decidere di smaltire un po’ di scorie e scendere in pista domani.

Annunci

2 thoughts on “Domani scendo in pista

  1. a volte mi chiedo come abbiamo fatto a ridurci così. ormai la vita privata sembra non dover esistere. (quando c’è) prima il lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...